Penne d’oca e calamai

Inserita all’interno di “Castelli aperti”, che ricordiamo toccherà anche i vicini castelli di San Floriano e di Spessa a Capriva durante questo fine settimana, nella magnifica cornice di Palazzo Lantieri a Gorizia si terrà la conferenza “Terra di Matriarche: Dee, fate, streghe e donne ribelli in Friuli fra Tarda Antichità ed Evo Moderno”. Lo “Scriptorium Foroiuliense”, la scuola italiana amanuensi, dopo i successi riscossi con la sua partecipazione all’Expo di Milano e alla manifestazione medioevale a Valvasone, organizza per domani 4 ottobre alle 18 un seminario a cui prenderanno parte Angelo Floramo e Agostino Majo, capo di Gabinetto della regione, il quale illustrerà il ruolo dello Scriptorium Foroiuliense nell’ambito di Expo e le possibili opportunità lavorative e culturali. Dopo quasi tre anni di attività, la scuola di amanuensi è diventata un centro di riferimento per quanti sia hanno voglia di intraprendere questa antica professione. Tanti sono gli impegni in programma, dallo svolgere nuovi corsi, all’apertura di nuove sedi didattiche site in location di prestigio. Come l’ultima, che sarà inaugurata a San Daniele del Friuli, nella quale si potranno ospitare fino a 25 allievi per corso e nella quale sarà allestito un piccolo museo della scrittura insieme al già presente “Opificium Librorum”, sito nel Castello di Ragogna, andando così a completare un percorso unico e visitabile esclusivamente nella zona collinare del Friuli. Dunque un’esperienza inedita e formante per riscoprire un’ antica professione, che nella fattispecie risulta ancora oggi utilizzata in tutte le sue forme. Le visite sono programmate questo pomeriggio esclusivamente al castello di San Floriano, dalle 15 alle 18 ogni ora. Domani invece apriranno le porte anche il castello di Spessa e Palazzo Lantieri, sempre a cadenza oraria dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *