Primavera, nuovo stop

Il tempo non vuole proprio assestarsi, anche se l’andamento è tipico del periodo. Dopo due giorni di sole e temperature primaverili (già spuntano le prime gemme, le primule, i crocchi e i ranuncoli), fin da oggi specie dal pomeriggio le prime avvisaglie di una nuova perturbazione che avrà il suo apice nel weekend. Oggi il cielo sarà coperto e dalla sera sono previste isolate ma deboli precipitazioni soprattutto sui monti con possibile nevischio oltre i 1.200 metri. Foschie e banchi di nebbia di notte in pianura. Sulla costa borino di mattina. Domani, specie nel pomeriggio, piogge abbondanti in montagna e pianura, più intense sulle Prealpi Giulie. Quota neve a 1.200-1.400 metri. Sulla costa scirocco sostenuto e piogge moderate verso sera. Domenica ancora piogge sparse da moderate a localmente abbondanti. Sulle Prealpi quota neve attorno ai mille metri. Foschie notturne in pianura. Lunedì sarà la giornata del miglioramento. Di prima mattina sono previste residue precipitazioni a est e poi i primi raggi di sole. Altra neve dunque anche sui nostri monti e conseguenti pericoli di valanghe. Pericolo marcato secondo il bollettino, che dovrebbe consigliare anche chi vuole sfidare la natura di non dedicarsi a fuori pista, o bravate similari, che potrebbero costare la vita a chi vuole sfidarla ma soprattutto ai soccorsi. Dovrebbe bastare quello che è già accaduto a Sella Nevea per ben due volte, e ultima le vite spezzate e i feriti in Valle D’Aosta ieri. Attenzione massima quindi e rimandare a tempi migliori le emozioni del fuori pista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *