Pioggia, vento e neve

Dopo la breve pausa, ritorniamo in inverno. E secondo l’Osmer-Arpa questa nuova ondata durerà almeno fino a venerdì. Già ieri i primi segnali di cambiamento, che si acuiranno oggi per effetto di una certa variabilità su pianura e costa e sporadiche e deboli piogge. Precipitazioni moderate, invece, in montagna, più abbondanti sulle Prealpi Giulie con quota neve tra 1.700 e 1.900 metri. Vento in quota e dal pomeriggio vento da sud sostenuto sulla costa. Quella di domani dovrebbe essere una delle due giornate peggiori. Sulla costa piogge moderate e intermittenti più probabili dal pomeriggio. Ancora vento sostenuto da sud, probabili mareggiate e acqua alta. In pianura piogge da abbondanti a sostenute, e vento moderato da sud. Infine la montagna: previste precipitazioni diffuse, intense o molto intense, specie sulle Prealpi Giulie. Giovedì ancora precipitazioni diffuse da abbonanti a intense, e ancora molto intense sulle Prealpi Giulie. Probabili temporali e il vento da sud che soffierà per l’intera mattinata. Acqua alta nelle lagune e quota neve in discesa verso i 1.000 metri la sera. E siamo a venerdì: ancora piogge ma sparse da moderate ad abbondanti, qualche temporale, quota neve in ulteriore discesa e attorno ai 600 metri, mentre in serata una bora moderata spazzerà la costa. Potrebbe essere l’inizio di un miglioramento del tempo. In tutte queste giornate temperature in calo, con minime che non dovrebbero restare sopra lo zero. Le gelate hanno già fatto abbastanza danni all’agricoltura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *