No Borders, edizione “stellare”

Programma senza precedenti per la ventiduesima edizione del No Borders Musica festival. Partirà questa sera da Tarvisio l’edizione 2017 della manifestazione che ha l’obiettivo di valorizzare la musica come forma culturale e mezzo di comunicazione in grado di essere compreso da tutti oltre i confini etnici, linguisti, sociali e geografici. Tanti gli appuntamenti in programma tra i quali 9 concerti e 2 workshop in ben 5 differenti scenari, dei quali ben 2 sono date uniche ed esclusive per l’Italia. Si parte come detto questa sera da Tarvisio con l’unica data italiana da headliner degli Editors, una delle band più amate dell’indie rock mondiale. Appuntamento domani invece sempre a Tarvisio alle 21.15 con il concerto di Joss Stone. Ultimo concerto tarvisiano domenica 30 luglio quando piazza Unità diventerà un grande dance floor a cielo aperto con la musica di Parov Stelar, il re mondiale e fondatore dell’electro swing. Nel primo weekend di agosto il No Borders si sposta ai Laghi di Fusine. Sabato 5 agosto alle 8.30 la tromba di Roy Paci incontrerà i drones e i glitch del producer siciliano John Lui per il progetto inedito “Phonolake”, uno spettacolo coinvolgente nel quale i suoni non conoscono confini e limiti stilistici. Il giorno successivo alle 14 spazio a Carmen Consoli protagonista di uno speciale concerto acustico. Domenica 13 agosto, alle 14, sarà la volta del Concerto in alta quota al Rifugio Gilberti, con Vinicio Capossela in un concerto solo piano e voce che permetterà al pubblico di riscoprire i grandi classici di uno dei cantautori più amati e seguiti dal pubblico in Italia e in tutta Europa. Venerdì 18 agosto il No Borders salirà sul Monte Lussari per il concerto dell’Otetto Lussari diretto da Anna Missoni. Gran finale sabato 26 agosto alle 14 a Camporosso in Val Bartolo con i concerti del rapper carnico Doro Gjat e dei Playa Desnuda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *