Gorizia invasa da Gusti

Città bloccata, auto parcheggiate letteralmente ovunque e una fiumana di persone a curiosare tra i Borghi. Anche quest’anno la serata clou di Gusti di frontiera ha mantenuto le promesse portando in città visitatori, golosi, amanti del buon cibo e semplici curiosi un po’ da tutta la regione, dal resto d’Italia e dall’estero. Bastava dare un’occhiata alle tantissime targhe straniere dei veicoli parcheggiati sui marciapiedi di tutta la periferia per rendersene conto. E a fare due passi in città, o almeno a tentare di farli, bastava poco per capire di essere nel bel mezzo della ressa. Per alcuni stand, poi, c’era da aver molta pazienza a causa delle lunghe file, soprattutto negli stand dei dolci e in particolare degli amatissimi rotoli ungheresi. Per quanto riguarda le cifre, gli addetti sono già al lavoro per fornire una stima dell’afflusso, anche se a occhio e croce, e considerando anche le prime due affollate serate di giovedì e venerdì, dovremmo essere attorno ai livelli dell’anno scorso, 450 mila persone, se non un pizzico di più. Un numero destinato a crescere ancora per tutta la giornata di oggi. Momento più “caldo” è previsto quello del pranzo, come sempre per la domenica. Insomma, un bilancio finora positivo confermato anche dalle belle parole del vicepresidente regionale Sergio Bolzonello, che ieri ha partecipato a una tavola rotonda al Salotto del Gusto. “È giusto che Gusti di Frontiera abbia cambiato dimensione, evolvendosi da sagra a festival enogastronomico -ha detto- capace di proporre ragionamenti culturali, educando alla qualità: significa anche iniziare a muoversi per cercare una crescita complessiva di un territorio, come quello Goriziano, che ha grandi potenzialità in chiave agroalimentare e turistica”. E oggi l’ultimo giorno di festa, o almeno una parte, sarà trasmesso in diretta su Telefriuli a partire dalle 10, per dare spazio alle varie realtà goriziane. Ci saremo anche noi, dalle 10.25 in diretta da piazza Sant’Antonio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *