Festa tra natura e cultura

Primo maggio, festa del lavoro e dei lavoratori. Anche noi di “Foglio Goriziano” ci prendiamo una piccola pausa. Ritorniamo domani, 2 maggio, per raccontarvi e commentare insieme le ultime notizie sulla nostra città e sul nostro territorio, rivolgendo un augurio particolare, in questa giornata, alle tante persone che di lavoro non sentono parlare già da tempo, a chi il lavoro l’ha perso da poco e chi magari l’ha appena trovato, agli imprenditori che sudano sette camice per garantirlo a tutti i loro dipendenti, e con un pensiero commosso ai tanti, troppi, che sul lavoro hanno perso la vita. Tragedie di cui nel 2017 vorremmo non sentire più parlare. A tutti i lavoratori, buon primo maggio.

Musei e giardini aperti
Nella nostra città spazio alle mostre con “La mitica 500 nel parco fiorito”, nuova mostra allestita a parco Coronini, dove sarà comunque visitabile anche l’esposizione “Donne allo specchio”, dedicata ai ritratti della famiglia Coronini, visitale dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19. Aperta oggi anche la sede della fondazione Carigo, in via Carducci, dove soltanto pochi giorni fa è stata inaugurata la nuova mostra “Gorizia magica” con libri e giocattoli rispolverati direttamente dalla Gorizia della prima metà del Novecento, visitabile dalle 10 alle 14 e dalle 15 alle 19. In castello, invece, sarà possibile visitare la mostra “Dall’Isonzo al Piave. 1917-2017. Dopo Caporetto la guerra continua”. Porte aperte anche a giardino Viatori, visitabile dalle 15 alle 19, dove alle 16 di oggi sarà inaugurata la mostra di arte contemporanea “Majestic Start”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *