Farra guarda la luna e Giove

L’osservatorio e il planetario di Farra d’Isonzo saranno aperti giovedì primo giugno per il consueto appuntamento del primo giovedì del mese. A partire dalle 21 i telescopi verranno puntati verso la Luna e Giove, mentre dal terrazzo si verrà guidati a riconoscere ad occhio nudo le principali costellazioni primaverili. La Luna sarà al primo quarto e proprio nei giorni a cavallo di questa fase la luce radente del Sole fa risaltare le irregolarità superficiali del nostro satellite: i crateri, le montagne e le scarpate emergono nitidamente grazie alle lunghe ombre che proiettano sul suolo lunare. E quattro lune accompagneranno la visione al telescopio di Giove. Scoperte da Galileo quattro secoli fa, Callisto, Ganimede, Europa ed Io orbitano attorno al pianeta gigante con periodi molto brevi, poco meno di due giorni per Io, il più vicino, fino ai 16 di Callisto, il più distante. Giovedì sera, visti da Terra, Io ed Europa quasi si incroceranno nelle loro traiettorie, così che nel volgere di pochi minuti si potrà apprezzare il loro veloce movimento. Al planetario verrà proiettato un nuovo filmato intitolato “Seeing – vedere!”, dove si seguirà il viaggio di un fotone attraverso la galassia fino all’occhio di una giovane osservatrice, alla scoperta della struttura e delle funzioni del nostro preziosissimo “strumento” di visione. Per partecipare alle serate del “primo giovedì del mese” basta associarsi al circolo astronomico: le categorie di iscrizione per il 2017 rimangono quella di “socio visitatore”, tessera annuale del costo di 10 euro, e “socio junior”, del costo di 5 euro, pensata per gli studenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *