Coronini aperto ai più piccoli

Dove si nasconde il piccolo conte? E chi ha rubato il magico orologio che permette di viaggiare nel tempo? Un viaggio alla scoperta dei segreti di Palazzo Coronini, con una visita teatralizzata dedicata ai più piccini, tra sorprese, buffi personaggi e oggetti misteriosi. Dopo il successo della scorsa primavera, torna per la seconda volta “Il Palazzo Incantato”, organizzato dagli Artisti Associati, originale progetto che coniuga la visita museale al teatro e alla sua magia. Sarà possibile partecipare domani, domenica 4 ottobre, alle 16, e nei matinée da lunedì 5 ottobre a venerdì 9 alle 10 pensati per le scuole elementari, ma anche sabato 10 e 24 con una replica pomeridiana alle 16. La visita sarà a numero chiuso, per bambini dai 6 ai 10 anni, acquistando preventivamente il biglietto di 4 euro. Si tratta di un altro passo del cammino intrapreso ormai qualche anno fa da a.ArtistiAssociati e Fondazione Coronini, che hanno già positivamente collaborato alla realizzazione dei laboratori “Itinerario Grande guerra”’ e che proseguono ora con questa iniziativa. «I bambini -ha spiegato Walter Mramor- saranno accompagnati alla scoperta delle stanze del palazzo da due strani personaggi. Dovranno scoprire cosa si cela dietro la scomparsa misteriosa di un orologio magico, capace di proiettarli in cinque diversi secoli di storia. Il risultato? Il gioco teatrale racconterà la storia di un monumento magnifico lasciando ai piccoli spettatori la gioia della partecipazione ludica e la scoperta della storia passata». Domani, infine, è anche l’ultimo giorno di visita alla mostra “Dalla penna d’oca alla macchina da scrivere. Guglielmo Coronini e la bella scrittura”, esposizione di calamai, tagliacarte, pennini metallici, penne stilografiche, portamine e matite meccaniche consente di scoprire l’evoluzione delle abitudini scrittorie negli ultimi due secoli, con un occhio di riguardo per l’aspetto estetico, storico e artistico, dal momento che questi oggetti, soprattutto se utilizzati dalle classi elevate, non di rado erano realizzati con materiali preziosi e caratterizzati da raffinati decori. Visita guidata alle 17.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *