Carnevale, arrivano i carri

Gorizia si prepara a essere invasa da maschere, carri, coriandoli e stelle filanti. È scattato il conto alla rovescia in vista della sfilata del carnevale goriziano, in programma domani, domenica 19 febbraio, che per la prima volta vede in regia la Pro loco, affiancata dal comitato “Gorizia Festeggiamenti” e dal Centro Tradizioni di San Rocco. La sfilata partirà alle 14 da via Cadorna e attraverserà le vie Boccaccio, Oberdan, Roma, De Gasperi, piazza Municipio, via Sauro, XXIV Maggio, corso Italia e corso Verdi. Nove i carri allegorici che arriveranno da San Pelagio e Prepotto, Duino Aurisina, Grions del Torre, Medeazza, Staranzano, Savogna, San Pietro e i goriziani Spaca Us e San Mauro. Otto invece i gruppi: Monfalcone, Grado, Selz, Villanova, Romans, Opatje Selo, Gabria e Gorizia, rappresentata dagli oltre cento bambini della scuola primaria paritaria “Sant’Angela Merici”. «Abbiamo raccolto il passaggio del testimone in condivisione con il comitato che storicamente organizzava questo appuntamento» ha detto il presidente della Pro loco, Giorgio Lorenzoni, «il nostro obiettivo sarà quello di fare qualcosa in più rispetto al passato e cercare di svecchiare un po’ il carnevale».

RITORNA IL BALLO DEI CONTADINI Oltre alla sfilata, confermati gli appuntamenti tradizionali con il matrimonio tra Bepo Zanet e la “siora Milojka”, il 23 febbraio alle 18 tra via Rastello e piazza Cavour, e il funerale di Re Carnevale, il primo marzo con partenza alle 14 da piazza De Amicis. Si ritrovano nel programma di quest’anno anche gli appuntamenti con il “Ballo dei matti”, che cambia location e che approda al Wiener Haus di piazza Cesare Battisti il 24 febbraio alle 22.30, e la sfilata in maschera dedicata ai bambini, che martedì grasso, 28 febbraio, partirà da piazza Municipio alle 15 per attraversare via Garibaldi, corso Verdi, via Oberdan e piazza Vittoria, dove è in programma il gioco delle pentolacce. È necessaria una pre-iscrizione presso il negozio YoYo di corso Italia. È stata poi pescata dalle pagine ingiallite della tradizione carnevalesca goriziana l’idea di riproporre il “Ballo dei contadini”, la cui prima edizione risale al 1908. L’appuntamento in questo caso è per il 27 febbraio nel padiglione D del quartiere fieristico. Dalle 20 musica dal vivo con la band “Il Punto”, dalle 22 spazio invece alla console del dj Mauro Vay.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *