Al via la stagione gradiscana

Dopo la fortunatissima prima al teatro Verdi di Gorizia con “Cabaret”, anche il teatro comunale di Gradisca scalda i motori in vista della nuova stagione. Domenica l’atteso debutto con “Forbici&Follia”, giallo interattivo in cui è lo spettatore stesso a decidere chi è l’assassino. Uno spettacolo fatto di contrasti e di tante possibili verità, interpretato tra gli altri da Nino Formicola, Roberto Ciufoli, Max Pisu e Nini Salerno, messo in scena dal regista Marco Rampoldi. Si proseguirà il 19 novembre con Massimo Cotto, direttamente da VirginRadio, che proporrà insieme alla cantante Cristina Donà, “Rock Bazar”, riportando in scena l’epoca d’oro del rock. Il 3 dicembre sarà la volta di “Figli di un Dio minore” del regista Mark Medoff, che con la sua opera racconterà la storia d’amore tra una ragazza sorda e il suo insegnante, emblema del confronto fra le tante solitudini legate alle diverse appartenenze sociali e culturali. Proseguendo l’11 dicembre ci sarà uno spettacolo danzante “Dervish” con il ballerino turco Ziya Azazi, che reinterpreta in chiave contemporanea le danze della tradizione Sufi. Il nuovo anno si aprirà con l’ironia e la comicità di Max Paiella e il suo “one-man-show”, il 16 gennaio. A seguire l’11 febbraio Lella Costa rifletterà su uno dei racconti più emblematici di Karen Blixen, “Il pranzo di Babette”, storia di riconoscenza e condivisione. Il 25 febbraio l’attore italiano Marco Bocci darà vita ad Amedeo Modigliani, raccontando della sua arte immortale, delle sue donne, e del legame totalizzante con la moglie Jeanne. “Il mondo non ci deve nulla”, spettacolo previsto per il 17 marzo con Pamela Villoresi e Claudio Casadio, racconterà una storia dei giorni nostri, che parla della libertà di scelta e del potere dell’amore. Ultimo appuntamento quello del 12 aprile con “Rumori fuori scena”, meccanismo perfetto di teatro nel teatro ancora in scena dopo 32 anni di repliche. Per l’acquisto di abbonamenti e biglietti singoli bisognerà rivolgersi alla biglietteria del teatro ogni martedì dalle 18 alle 20 e ogni sabato dalle 10.30 alle 12.30. In concomitanza sarà possibile sottoscrivere i nuovi abbonamenti e, novità di quest’anno, i mini abbonamenti per la rassegna “Gradisca: primo festival del Belcanto”, due serate promosse da Assoeventi e dal comune di Gradisca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *