Addio al roaming

Se ne parlava da tempo ed ora sembra sia diventato finalmente realtà. L’Europarlamento riunito ieri in sessione plenaria a Strasburgo, ha approvato l’abolizione delle tariffe di roaming per l’uso dei cellulari all’estero a partire dal giugno del 2017. Con calma magari aspettando le reazioni dei colossi del mercato, ma intanto è stato anche deciso che i costi del roaming scenderanno già a partire dal 30 aprile del 2016, la prossima primavera. Come scenderanno? Il ricarico massimo sarà di 5 centesimi al minuto per le chiamate, di 2 centesimi per i messaggi, e di 5 centesimi a megabyte per i dati. Per le chiamate ricevute il ricarico massimo sarà la media ponderata dei tassi massimi di terminazione mobile in tutta l’Unione europea. Valori che saranno elaborati dalla commissione Ue entro la fine di quest’anno. L’Europarlamento, inoltre, ha approvato le disposizioni sulla neutralità della rete con obbligo per le imprese che offrono accesso a internet a trattare tutto il traffico dati in modo equivalente. Non sarà consentito, infine, bloccare o rallentare la ricezione di contenuti, applicazioni, o servizi offerti da aziende specifiche. Che sia la volta buona? Lo speriamo un po’ tutti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *