Regata show sull’Isonzo

A trent’anni dalla prima volta, è ancora intatto l’entusiasmo degli appassionati che anche ieri hanno dato spettacolo tra i flutti dell’Isonzo a bordo di kayak, canoe e gommoni. La Regata Isontina ha tagliato il traguardo della sua trentesima edizione, ed è inevitabile ripensare a quel 1986, anno della prima discesa non agonistica del fiume, una manifestazione da sempre contraddistinta dal suo carattere transfrontaliero, il suo voler essere di tutti, tanto quanto l’Isonzo che bagna la terra al di qua e al di la del confine. Puntare su questi valori trent’anni fa, soprattutto sul nostro confine, era una missione coraggiosa. Tanti i gruppi che anche ieri, dopo il rinvio della regata la scorsa settimana, hanno voluto offrire il loro show lungo otto chilometri di fiume, da Salcano a Piedimonte, tra risate, scherzi e travestimenti dei più vari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *