Barcolana, trionfo goriziano

È stata la sua “Robertissima III”, alla fine, a tagliare per prima il traguardo della Barcolana numero 47. Parliamo dell’armatore e timoniere goriziano Roberto Tomasini Grinover, protagonista di un vero e proprio trionfo in coppia con il vecchio lupo di mare, il tattico muggesano Vasco Vascotto. Robertissima III è partita subito forte, sfruttando in maniera impeccabile le raffiche di vento instabile per intensità, che hanno reso ancor più complicato il campo della Barcolana, ma che comunque hanno permesso a gran parte dei 1681 iscritti di prendere il mare in tutta tranquillità. A riva sono rimaste soltanto le imbarcazioni più leggere. In mare, a conti fatti, sono scese ieri circa 15 mila persone. Regata complicata dal punto di vista tattico, dicevamo, con dieci nodi di grecale e le ultime raffiche di Bora fino a 20 nodi. Ma Vascotto e Tomasini non hanno commesso errori. Partenza perfetta e gennaker issato subito per guadagnare subito un bel distacco dal resto della regata, risultato poi incolmabile per tutti. Tomasini Grinover, goriziano di nascita, ha vissuto per anni nella nostra città con i genitori Mario Tomasini, noto ortopedico, e Bruna Muzzolini, premio Santa Gorizia e fondatrice del centro studi e restauro del Club Unesco di Gorizia. “Emozione intensa per tutti quanti -ha commentato a caldo Tomasini Grinover- una Barcolana bellissima, complicata per le condizioni meteo molto variabili ma abbiamo regatato bene. Centinaia di persone sulle Rive ad applaudirci, è un’emozione unica! Abbiamo trascorso una settimana magnifica a Trieste, in mezzo agli amici, abbiamo festeggiato i compleanni di vari personaggi del nostro team e ora celebriamo in casa questa vittoria. Penso che questa vittoria è un regalo che abbiamo fatto alla barca che se lo merita”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *