Liceali in concerto a Udine

Gemellaggio tra studenti all’insegna della musica. Protagonista di questa bella storia il coro “Slata…per” dell’omonimo liceo goriziano, che si è esibito nell’ambito della giornata dell’Unità d’Italia sul palco del teatro Nuovo Giovanni da Udine. Ad accendere la miccia del “gemellaggio” la dirigente scolastica Anna Maria Zilli, alla guida del polo liceale “Dante Alighieri” di Gorizia e dell’istituto Stringher di Udine. Il progetto del coro “Slata…per”, impegnato anche nel sociale con diverse serate a scopo benefico, è giunto al terzo anno di attività, sotto l’ala del docente referente e direttore Marco Luciano, che quest’anno può contare sulla partecipazione di ben 114 ragazzi, dalla prima alla quinta superiore, oltre a quattro ex studenti del liceo, puntando su un repertorio popolare scandito dai grandi successi della musica internazionale, da “Mad World”, considerato il cavallo di battaglia del coro, a “We are the world”, fino all’omaggio ad alcuni maestri della musica italiana, da Domenico Modugno a Fiorella Mannoia, fino a Fabrizio De André. «I ragazzi erano un po’ tesi» racconta Luciano, «cantare di fronte a mille persone non è cosa da poco. Abbiamo eseguito 9 brani per una quarantina di minuti di concerto. I ragazzi e alcuni docenti che ci hanno accompagnati a Udine sono rimasti entusiasti. Continuo a rendermi conto che chi sparla dei giovani è sempre chi con loro non passa un solo secondo della propria giornata. Mi sento privilegiato a fare il lavoro dell’insegnante e i ragazzi sanno perfettamente cogliere le opportunità e trasformarle in qualcosa di meraviglioso». Il coro sarà impegnato il 6 maggio a Verona e il 19 maggio al Kulturni dom di Gorizia per il Gran Galà dei licei.

Matinée dedicata a Omero
Una mattinata all’insegna della cultura classica quella in programma domani a Gorizia. L’appuntamento con l’undicesimo “Festival Europeenne Latin Grec”, promosso nella nostra città dal liceo classico “Dante Alighieri” e dal liceo “Primož Trubar”, con lingua di insegnamento slovena, in collaborazione con l’università di Udine, è fissato alle 11 di domani, venerdì 24 marzo, davanti al teatro “Verdi” di via Garibaldi oppure, in caso di maltempo, all’interno del Trgovski dom all’angolo tra corso Verdi e via Petrarca. Gli studenti dei due licei si alterneranno al microfono dando vita a una lettura pubblica e trilingue del XIII canto dell’Odissea di Omero. I versi saranno letti alternativamente in greco, italiano e sloveno da una ventina di lettori in tutto, tra studenti ed ex allievi, professori di ieri e di oggi, affiancati dagli attori della compagnia teatrale del liceo classico di Gorizia, coordinati da Rosy Tucci e Cristina Rumich, e dagli studenti del “Trubar”. La lettura sarà intervallata da alcuni brani musicali eseguiti dalla fisarmonica del professor Viljem Gregolet del liceo “Gregorčič-Trubar” e dall’orchestra della compagnia teatrale del “Dante”, diretta dal maestro Angelo Portelli. L’iniziativa goriziana, denominata “Odyssée 24!” e coordinata dai docenti Marco Fucecchi, Alessio Sokol e Nadja Marinčič, si inserisce nell’ambito più ampio del festival dedicato alle lingue e alle culture antiche, che coinvolge oltre 150 città da 24 paesi di tutto il mondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *