La guerra vista dai più piccoli

Oltre trecento i ragazzi delle scuole  primarie e secondarie  della provincia di Gorizia coinvolti  per il secondo anno  nella partecipazione al concorso  ‘Il mio Isonzo – Isonzo teatro di guerra’   promosso dal club Unesco di Gorizia. La sintesi dei loro lavori è stata raccolta in una piccola elegante pubblicazione  che contiene le fotografie dei poster, dei plastici, delle poesie e delle lettere  che i ragazzi, immedesimandosi nel clima e nei personaggi protagonisti della  grande guerra,  hanno realizzato. Ricerche sul terreno, testimonianze commoventi tratte dalle vecchie lapidi, versi e scritti originali che attestano una sensibilità ed un amore per la storia della nostra terra forse insospettabile a taluni. Interessante dal punto di vista didattico e culturale e prezioso per gli insegnanti, registi invisibili di questo lavoro, la pubblicazione verrà presentata  domani, giovedì  15 ottobre, alle 11 in palazzo Attems, sede dei Musei provinciali che in aprile hanno ospitato la mostra. Sarà inoltre illustrato dalla vicepresidente Marina Cerne, il tema del prossimo concorso bandito dal club  dal tema “Isonzo 2025. Il fiume che vorrei”. Dopodomani invece, venerdì 16 alle 17, la mostra di questi lavori sarà inaugurata a Mossa, su iniziativa dell’assessorato alla cultura del comune di Mossa ed in collaborazione con l’associazione  “Incontriamoci a Mossa” presso la sala parrocchiale Don Bosco in via XXIV Maggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *