Gorizia al centro dell’Europa

Il polo goriziano dell’università di Udine offre, ancora una volta, ai suoi studenti e a tutta la cittadinanza, un momento in cui dibattere e confrontarsi attivamente sulla storia di Gorizia. Il seminario a più voci “Gorizia, una città al centro dell’Europa”, si terrà questo pomeriggio alle 16 presso l’aula magna del polo Santa Chiara. Durante l’incontro, coordinato dalla docente dell’università di Udine Antonina Dattolo, direttrice del laboratorio di web semantico, adattivo e sociale Sasweb dell’ateneo, interverrà lo storico Fulvio Salimbeni, che ragionerà su una possibile nuova storia di Gorizia, alla luce di considerazioni metodologiche e storiografiche. Il professore si focalizzerà sul ruolo mediatore tra mondo latino, germanico e slavo svolto nei secoli dal capoluogo isontino, geograficamente collocato nel cuore dell’Europa. Prenderanno poi parte il presidente dell’istituto per gli incontri culturali mitteleuropei Marco Plesnicar, puntando l’attenzione sulle chiese nel goriziano tra Ottocento e Novecento e infine l’archivista Lucia Pillon, illustrando la Gorizia del Novecento. «Un tributo – sottolinea Dattolo – alla città di Gorizia; una città dalla storia millenaria, complessa, pluri-culturale, cuore di un’area di rinascita proiettata verso la cooperazione transfrontaliera». Occasione unica come punto di raccolta di testimonianze, considerando che tuttora manca una seria e aggiornata ricostruzione delle vicende della città dalle origini a oggi, in cui si privilegerà la dimensione culturale, sociale, antropologica di questa tanto amata, ma sottovaluta città.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *