Presentata a Gradisca la Vecchi

GRADISCA D’ISONZO (GORIZIA) – Istruzione, lavoro, turismo. Sono alcuni dei punti cardine del programma elettorale presentato questa sera da Simonetta Vecchi, candidata del centrodestra alla presidenza della Provincia. Il sindaco uscente di Villesse ha scelto la splendida cornice dell’Enoteca regionale “La Serenissima” di Gradisca per lanciare ufficialmente la propria campagna elettorale, che culminerà con il voto per il rinnovo degli organi provinciali, in programma per il 15 e 16 maggio prossimi.
Per stigmatizzare in qualche maniera l’atavica rivalità politica tra Gorizia e Monfalcone Simonetta Vecchi ha voluto accanto a sé Gianfranco Angelilli e Christian Calusa, candidati rispettivamente nei collegi del capoluogo isontino e della Città dei cantieri nelle file della “Lista per Simonetta Vecchi”, che appoggia direttamente la candidatura della 46enne avvocato, affiancandosi a Popolo delle Libertà, Lega Nord, Partito Pensionati e Isontino Tricolore. «Ringrazio i partiti che hanno scelto di puntare sul mio nome nella corsa alla guida della Provincia – ha spiegato la Vecchi -. Pur riconoscendo la mia collocazione in un’area di centrodestra, non ho mai avuto tessere di partito: la mia candidatura nasce dalla volontà di mettere a frutto la decennale esperienza alla guida del municipio di Villesse».

Un momento della presentazione di Simonetta Vecchi, candidata per il centrodestra, assieme al Sindaco di Gorizia, Ettore Romoli. (foto: www.simonettavecchi.it)

Per la candidata del centrodestra, il primo tassello su cui costruire il rilancio dell’Isontino è l’istruzione: «Dobbiamo puntare ad avere un sistema scolastico d’eccellenza, creando istituti specializzati che possano costituire un’attrazione per i ragazzi anche della provincia di Udine – ha evidenziato -. Penso alla creazione di un polo navale a Monfalcone, o alla costituzione del liceo coreuticomusicale a Gorizia. In ogni caso, fondamentale dovrebbe risultare la sinergia tra scuole, centri per l’impiego e aziende, per costruire nuove occasioni occupazionali: dobbiamo evitare la fuga dei nostri giovani, che qui devono riuscire a trovare la spinta per acquistare casa e costruire la propria azienda».
C’è poi il turismo, «risorsa economica fondamentale per la nostra provincia, che può vantare un territorio dalle caratteristiche uniche». Per Simonetta Vecchi è anzitutto necessario «mettere in chiaro il ruolo dell’ente intermedio, che ha competenze ben precise. In tema di sanità e di politiche socioassistenziali la Provincia non ha voce in capitolo, ma può adoperarsi per favorire la cooperazione sul territorio e con gli amici della vicina Slovenia: anche se, leggi alla mano, non si potrà mai arrivare a un sistema sanitario unico più volte ipotizzato. La Provincia, insomma, può e deve svolgere un compito di coordinamento, attraverso la concretizzazione di un piano strategico che veda coinvolti istituzioni e portatori d’interesse», ha aggiunto la candidata presidente.
Nel corso della presentazione è poi intervenuto il sindaco di Gorizia, Ettore Romoli: «Simonetta ha dimostrato di essere un’amministratrice validissima e determinata – ha detto il primo cittadino del capoluogo –. Credo che l’aver portato a Villesse il parco commerciale che comprende Ikea sia stato un autentico miracolo, capace di creare moltissimi posti di lavoro. Magari gli avversari politici strumentalizzeranno questo aspetto, obiettando che in questa maniera si porta via il lavoro ai piccoli commercianti, nei confronti dei quali tuttavia nessuna misura è stata presa dall’attuale amministrazione provinciale», ha detto Romoli, lanciando una frecciata nei confronti del presidente uscente, Enrico Gherghetta, «che si è qualificato con una sparata esemplare: prima ha asserito di voler rilanciare l’aeroporto di Gorizia, accusandomi di averlo ostacolato in questo progetto. Poi, ieri, ha sostenuto l’ipotesi di trasferire al Duca d’Aosta il carcere, a rischio chiusura: una proposta semplicemente assurda», ha detto Romoli.

Simonetta Vecchi, candidata alla presidenza della Provincia di Gorizia per il centro-destra (foto: www.simonettavecchi.it)

Per il coordinatore provinciale del Pdl, Gaetano Valenti, «Gherghetta va mandato a casa: dopo cinque anni di malgoverno è giunta l’ora di cambiare e Simonetta Vecchi rappresenta la persona giusta per riuscire in questa impresa. Il presidente uscente ha fatto un sacco di danni, fino all’ultimo: si è ostinato a varare un piano provinciale dei rifiuti sul quale la Regione aveva espresso fin dall’inizio le proprie riserve. Risultato: il piano, puntualmente bocciato, andrà rifatto daccapo, con buona pace dei contribuenti».
Nel corso della presentazione sono intervenuti anche il segretario regionale dei Pensionati, Luigi Ferone, il sindaco di Dolegna, Diego Bernardis, in rappresentanza della Lega Nord e il vicario provinciale del Pdl, Fabio Gentile. La serata si è aperta con la proiezione del video di presentazione della candidatura, girato nei giorni scorsi tra Villesse, Gorizia e Monfalcone e subito messo in rete, sul sito istituzionale www.simonettavecchi.it: «Credo molto nei nuovi media, che permettono di interagire in maniera immediata con i sostenitori – ha detto la candidata presidente -. In fondo, i “santini” sono un po’ superati», ha scherzato.
Fitta l’agenda degli appuntamenti in programma nei prossimi giorni: martedì, al teatro San Nicolò di Monfalcone, Simonetta Vecchi incontrerà il vicepresidente della giunta regionale, Luca Ciriani, e la candidata sindaco Anna Cisint per parlare di igiene ambientale e smaltimento dei rifiuti.

Fonte: www.simonettavecchi.it
(foto di copertina: www.simonettavecchi.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *