Verdi, una serata per John Taylor

Il chitarrista jazz goriziano Riccardo Chiarion presenta questa sera sul palco del teatro Verdi il suo ultimo disco. Alla registrazione di “Waves”, questo il titolo dell’opera, e di cui vi avevamo già parlato nelle scorse settimane, hanno collaborato anche alcuni mostri sacri del jazz europeo e mondiale, come il sassofonista Julian Siegel e il compianto pianista John Taylor, venuto a mancare la scorsa estate. E proprio a lui sarà dedicato il concerto di questa sera che, oltre a Chiarion e Siegel, vedrà salire sul palco Diana Torto (voce), Alessandro Turchet (contrabbasso) e Luca Colussi (batteria). Nello spettacolo i suoni si librano leggeri nell’aria come “waves”, per l’appunto, onde, increspature, vortici, riflessi, energie, il tutto tradotto in musica forte, inattesa e, alle volte, di attesa. Piani sovrapposti si allineano e sfasano per perdersi e ritrovarsi in contrappunti melodici e soluzioni armoniche che sorprendono e galleggiano, si ripetono circolari e in uno strappo si rigenerano e liberano. Voce, strumento umano per eccellenza, unisce e divide le onde creando ponti leggeri e sicuri, là dove la musica genera movimenti inattesi e dinamici flutti. Il concerto inizierà alle 20.45. Ultimi tagliandi in vendita alla biglietteria del teatro, 13 euro per gli interi, a 11 i ridotti e 10 per giovani e abbonati al cartellone di prosa del festival “Castello di Gorizia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *