Verdi, stagione extra-large

Grandi nomi, tra artisti affermati ed emergenti, una particolare attenzione per studenti, bambini e famiglie, la consueta collaborazione con le realtà locali per la musica e una nuova sezione dedicata ai giovani e agli universitari. Ecco l’identikit della nuova stagione artistica del teatro Verdi di Gorizia, che si aprirà il prossimo 26 ottobre in compagnia di Simone Cristicchi, che tornerà a Gorizia con “La buona novella” di Fabrizio De André. In tutto, il cartellone svelato dal direttore artistico del teatro, Walter Mramor, conta ben trenta spettacoli, contro i 24 della passata stagione: otto di Prosa, due Eventi Smile, due Eventi Musical, sei di Musica e balletto, cinque di Verdi Young (di cui quattro pomeridiane e un matineè con doppia rappresentazione), quattro dell’innovativo Verdi Off e tre fuori abbonamento. Tanti i nomi prestigiosi che calcheranno il palcoscenico goriziano: Raoul Bova e Chiara Francini (“Due”, 25 gennaio), Ambra Angiolini e Matteo Cremon (“La guerra dei Roses”, 13 dicembre), Umberto Orsini, Massimo Popolizio e Giuliana Lojodice (“Copenaghen”, 28 novembre), Francesca Inaudi e Giuseppe Zeno (“La vedova scaltra”, 9 marzo), Violante Placido, Paolo Ruffini, Giorgio Pasotti e Stefano Presi (“Sogno di una notte di mezza estate”, 21 febbraio), Massimo Ranieri (“Sogno e son desto… In viaggio”, 19 gennaio), Angela Finocchiaro e Ariella Reggio (“Calendar Girls”, 4 aprile) e Arturo Brachetti (“Solo”, 6 marzo), tanto per fare qualche esempio. Senza dimenticare i musical, con “La febbre del sabato sera” che incendierà il Verdi il 16 novembre e “Dirty dancing” il 17 aprile. Fuori abbonamento invece le serate in compagnia di Alessandro Fullin che il 3 novembre tornerà al Verdi insieme ad Ariella Reggio con “Le basabanchi”. Il primo dicembre sarà la volta de “La vedova allegra” messa in scena da Corrado Abbati, mentre il 6 gennaio appuntamento con “Lo Schiaccianoci” per concludere a teatro le vacanze di Natale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *