“Sissi” ricorda Macedonio

“Eravamo delle sue creature che abbiamo portato nei teatri le sue interpretazioni più grandi”. Così viene ricordato il celebre e creativo regista goriziano Francesco Macedonio, scomparso lo scorso aprile, dai membri della compagnia “la Contrada” che egli stesso contribuì a fondare assieme a Orazio Bobbio, Lidia Braico e Ariella Reggio. E la stessa Ariella Reggio salirà sul palco del teatro Verdi di Gorizia, il prossimo 4 novembre, per ricordare l’amico Francesco, con lo spettacolo “Sissi a Miramar”. Ma non solo. Il Comune di Gorizia e la direzione artistica del teatro hanno infatti deciso di tributare a Macedonio un doppio appuntamento, com’è giusto che sia per questo regista che mise anima e corpo nelle sue rappresentazioni. Il pomeriggio del 3 novembre gli sarà quindi intitolata la sala del Ridotto del teatro, dopo che il Comune ha raccolto in modo favorevole questa richiesta da parte del mondo teatrale regionale. La sera seguente, invece, alle 20.45, sarà portato in scena come dicevamo lo spettacolo “Sissi a Miramar”, un divertente affresco della Trieste che fu, con la partecipazione e la direzione del noto comico Alessandro Fullin, che affiancherà la Reggio. La commedia ricorderà Macedonio, grazie anche al fatto che la rappresentazione sarà in dialetto triestino, tanto caro al compianto regista e alle sue indimenticabili opere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *