Puppet, burattini garibaldini

Nuovi appuntamenti a Grado e Aquileia con il Puppet festival. La rassegna, promossa dal Cta di Gorizia, porterà in scena oggi, 22 agosto alle 17.30 al Velarium della spiaggia di Grado, “Nove Mesi”, piece firmata dalla compagnia slovacca Divadlo Piki che esplora il mistero della nascita. Alle 21 in campo Patriarca Elia, invece, in scena “Fagiolino e Sganapino garibaldini”, uno spettacolo del burattinaio Mattia Zecchi, fra i più applauditi dell’ultima generazione, che farà incontrare le maschere della tradizione bolognese e i protagonisti della storia italiana. Partiti da Bologna, al seguito di Garibaldi, squattrinati e senza lavoro, i nostri eroi si sono messi in marcia animati da spirito patriottico, e anche dall’idea di guadagnare un po’ di denaro, per tirare avanti. Garibaldini strampalati, si trovano ora ad affrontare situazioni inattese e complicate. Ma pure loro avranno un posto nel farsi e nel disfarsi della storia. Non solo spettacoli, però, per l’edizione 2017 del Puppet festival, che raddoppia i laboratori rivolti ai bimbi e ai loro genitori. “Il prato dei desideri” è di scena fino a venerdì 25 agosto, dalle 10 alle 12, mentre “Danze d’aria” sarà proposto oggi, 22 agosto, e dopodomani, giovedì 24, dalle 16.30 alle 18.30. I due laboratori si concluderanno con l’evento performativo Flash Art di venerdì 25 agosto, dalle 22 nel centro storico di Grado, dove confluiranno, per una suggestiva installazione notturna, i lavori realizzati nel corso dei laboratori. Sarà la biblioteca civica Falco Marin a ospitare tutti gli appuntamenti condotti dall’atelierista Suomi Vinzi. Prenotazioni e iscrizioni al numero 0431 82630 oppure via email all’indirizzo biblioteca@comunegrado.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *