In scena post-Basaglia e bullismo

Il teatro torna a diventare non solo luogo d’arte, ma anche spazio dove riflettere su importanti temi quotidiani, in modo creativo. Stamattina la rassegna teatrale “Altre Espressività” continuerà con il suo percorso di spettacoli riguardanti alcuni delicati argomenti di portata sociale, come, nel caso specifico di oggi, il bullismo e la malattia mentale. Doppio appuntamento, quindi, presso la sala del Kulturni Dom in via Brass: alle 10 si inizierà con “Alettosenzacena”, proposta dalla compagnia teatrale “La Torre di Lavariano”. Verrà raccontato un episodio di violenza scolastica tra coetanei verso un ragazzo disabile, con i diversi modi da parte delle famiglie “tipo” di rapportarsi al preoccupante fenomeno del bullismo. Possibile che alcuni genitori sorvolino su certi comportamenti ben poco civili dei propri figli? Successivamente, alle 11.30, sarà la volta della compagnia “L’urlo di Brindisi”, con lo spettacolo “3500 parole”: si cercherà di indagare, attraverso anche la recita drammatica, la realtà degli ospedali psichiatrici giudiziari, spesso e volentieri visti come prigioni da cui per un paziente è impossibile inserirsi nella società. Ma non tutto è perduto, anche grazie alle ricerche psichiatriche degli ultimi anni. L’ingresso è gratuito e gli attori vantano un curriculum di tutto rispetto, visto il gran numero di esperienze sul palco. Il teatro sociale vi aspetta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *