In 60 mila a èStoria

Oltre 200 ospiti tra storici, giornalisti, studiosi, autori, artisti e testimoni e 150 incontri, circa 60 mila visitatori complessivi nelle tre giornate del festival e oltre mezzo milione di persone che hanno seguito gli incontri in diretta su Facebook. Bilancio più che positivo per “Italia mia”, la tredicesima edizione di èStoria. «L’edizione di quest’anno conferma un primato nazionale nell’ambito della divulgazione storica» ha commentato soddisfatto Adriano Ossola, direttore di èStoria, «avere assicurato al festival continuità ha consentito di raggiungere un risultato di eccellenza, ne nasce un senso di orgoglio per aver avuto a fianco un gruppo di persone dedite alla costruzione del festival e per la partecipazione della città di Gorizia, che in èStoria si riconosce con entusiasmo e curiosità». Nota a parte per la straordinaria affluenza alla cerimonia di premiazione di Alberto Angela che ha ricevuto il premio èStoria alla divulgazione. Applausi calorosi del pubblico hanno accompagnato il suo intervento, a conclusione del quale Angela ha voluto autografare le copie dei libri alle centinaia di persone che pazientemente hanno atteso in fila. Il firma copie è terminato alle 22.45.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *