Il Fai si rinnova

Tutto pronto per le nuove attività del Fai di Gorizia. La delegazione cittadina del Fondo ambiente italiano ha infatti rinnovato il proprio direttivo, che vede la conferma a capo della delegazione di Franca Bardusco Giasone, sua vice sarà Marisa Marceglia Fornasir. Segretario sarà Augusto Bergantini, e ancora tesoriere Fedora Barbieri, addetto stampa Carlo d’Agostino, delegato alle scuole Bruno Pascoli, alla cultura Lino Visintin e incaricato gite Dario Mellinato. Questo per prepararsi al meglio ai prossimi appuntamenti della delegazione goriziana, due in particolare già programmati nelle prossime settimane. Il primo è in programma il 26 settembre, quando il Fai di Gorizia visiterà la cattedrale di Santo Stefano a Concordia Sagittaria. Edificata nel 389, venne distrutta dagli Unni nel 452, ricostruita e sommersa dalla piena del Lemene a metà del VI secolo. L’ultima ricostruzione risale al 1466 che ancora oggi possiamo ammirare in tutta la sua bellezza. Nella stessa giornata è previsto anche l’incontro con Fiorenzo Bacci, lo scultore che ha realizzato le massicce tre porte bronzee dell’ingresso che racchiudono l’intero “Messaggio della Salvezza”, feconda sintesi artistico-religiosa dell’autore. E ancora le tappe a Pordenone e Porcia. Partenza in pullman alle 8.30 dal parcheggio di via Manzoni e da Monfalcone alle 9. Secondo appuntamento sarà quello della Fai Marathon, il 18 ottobre, che quest’anno si presenta in una veste nuova e più interessante. A differenza delle edizioni precedenti, non è previsto un percorso, bensì saranno aperti al pubblico vari siti e i partecipanti saranno liberi di seguire un proprio itinerario. Nella nostra città saranno proposti tre percorsi, il primo dedicato ai luoghi dell’Imperatore Francesco Giuseppe, il secondo a Re Vittorio Emanuele III, e infine a Benito Mussolini. Infine, il 23, 24 e 25 novembre ritorna l’appuntamento con gli “Apprendisti Ciceroni”, alla Fondazione Carigo, sul tema “Soldati. A Gorizia la storia si racconta anche con le caserme”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *