I Pomeriggi d’inverno con Altan

Iniziata la campagna abbonamenti per i “Pomeriggi d’inverno”. Promossa come sempre dal Cta di Gorizia, la stagione teatrale dedicata ai più piccoli si aprirà il prossimo 28 ottobre con una prima assoluta, “Pecorelle”, dedicata alla magia del sonno e illustrata da Altan. Ma la stagione quest’anno raddoppia con tre “Pomeriggi al Verdi” per adulti e con la consueta programmazione per giovani e famiglie al teatro Bratuz di Gorizia, scandita da produzioni pluripremiate della scena nazionale. Sono 11, complessivamente, gli spettacoli che sfileranno dal 28 ottobre al 17 marzo, nell’ambito della stagione diretta da Antonella Caruzzi e Roberto Piaggio. I “Pomeriggi al Verdi” sono tre spettacoli dedicati al pubblico adulto: si parte domenica 17 dicembre con la storica compagnia Controluce Teatro d’Ombre, di scena in “Butterfly Blues” su progetto, drammaturgia, messinscena e regia di Cora De Maria, Alberto Jona e Jenaro Melendrez Chas. Domenica 28 gennaio in scena il “Werther” del Teatro Medico Ipnotico, nel libero adattamento per teatro dei burattini ispirato a “Die Leiden des jungen Werthers” di J. W.Goethe. E domenica 11 febbraio chiuderà uno spettacolo dedicato alla passione e al teatro, capace di mettere in risalto e in contraddizione diversi linguaggi teatrali: “Corazòn corazòn” è affidato in scena a Francesca Bettini, Paolo Colombo e Gyula Molnàr. Pomeriggi d’inverno, dopo l’inaugurazione con “Pecorelle”, ripartirà al Bratuz il sabato alle 16.30: l’11 novembre Onda Teatro ci porta a conoscere “Azzurra e sole”, sabato 9 dicembre sipario sullo spettacolo vincitore del Premio Eolo per il Miglior Spettacolo Teatro Ragazzi Italiano: “Il lupo e la capra” titola la produzione di Rodisio Teatro ispirata al racconto “In una notte di temporale” del giapponese Y.Kimura. Sabato 20 gennaio il cartellone 2018 apre con “Il giardino delle magie. Sabato 3 febbraio il pubblico di Gorizia festeggerà il ritorno di Gek Tessaro, artista fra i più amati di Pomeriggi d’inverno, in scena con “Dimodochè”. Sabato 17 febbraio ancora una compagnia storica e amata dal pubblico, è Teatro Gioco Vita di scena con “Moun. Portata dalla schiuma e dalle onde”, una produzione tratta da Moun di Sophie Rascal. Sabato 3 marzo il testimone passerà alla Compagnia Mattioli con “Un amico accanto”, liberamente ispirato al libro Un amico per dragone di Dav Pilkey. Gran finale il 17 marzo, con Claudio Milani | Momom e un originale “Racconto alla rovescia” da celebrare come la fine di un’attesa. Abbonamenti agli uffici Cta, da segnalare la PomeriggiCard con 5 ingressi a costo ridotto. Per la prima volta arriva a Pomeriggi d’inverno il “Passaporto del teatro”: le scuole di Gorizia e della provincia riceveranno uno speciale passaporto che permetterà, ai più assidui, di ricevere dei buoni spendibili presso alcune librerie di Gorizia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *