Gorizia per il sociale

Come possiamo sensibilizzare la comunità nel diffondere i valori, la consapevolezza, gli stili di vita orientati al rispetto per il prossimo e per il pianeta? Arpa Friuli Venezia Giulia lo fa istituendo la “Settimana dell’educazione allo sviluppo sostenibile 2015”. In verità La Settimana rientra nella campagna promossa dall’UNESCO, ovvero il “Decennio ONU dell’educazione allo sviluppo sostenibile 2005-2014”. Ma dato che la nostra regione si è distinta, ogni anno, per la quantità e qualità di eventi promossi nell’ambito di questa campagna, l’Arpa FVG-LaREA ha ritenuto di raccogliere il testimone dell’UNESCO, mantenendo l’appuntamento della Settimana, come un’ occasione di confronto e riflessione sullo sviluppo sostenibile. Tanti gli appuntamenti e gli incontri previsti per questa inedita edizione in tutta la regione, con il tema generale “Tra visibile e invisibile”. A Gorizia si inaugurerà lunedì 23 al Kinemax, con la proiezione in lingua originale del film “The True Cost” di Andrew Morgan, con inizio alle 20.30 e ingresso gratuito. Mercoledì 25 novembre alle 18 presso la mediateca “Ugo Casiraghi” ci sarà l’ incontro con John Mpaliza e Paolo Fedrigo di LaREA, a cui interverrà via digitale Silvia Ferrari , cooperante della Caritas diocesana di Gorizia stazionata in Congo. Nella prima serata, il docu-film tratterà la tematica dell’impatto dell’industria della moda sul nostro mondo, invitando a riflettere su chi paga realmente il costo dei nostri vestiti. Nel secondo incontro John Mpaliza, meglio conosciuto come il “Peace walking man”, per aver realizzato a piedi il suo viaggio itinerante partendo da Reggio Emilia e attraversando l’Europa fino a Helsinki in Finlandia, racconterà la propria esperienza. Impegnato in prima persona sulla sensibilizzazione dell’opinione pubblica circa il problema dell’estrazione di materie preziose, come il coltan, necessarie per la fabbricazione delle componenti elettroniche di smartphone o tablet, in Congo, porterà al pubblico esprienze che tocca ogni giorno con mano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *