“Francesco è con noi”

“Ora il suo nome sarà legato più di prima al teatro Verdi di Gorizia. Parliamo di Francesco Macedonio, il compianto regista goriziano scomparso lo scorso aprile, a cui è stato intitolato il Ridotto del teatro comunale. A svelare la targa che lo ricorda, sono stati il sindaco Ettore Romoli, la moglie di Francesco, Silvia, e la mitica Ariella Reggio, che in serata è stata poi impegnata sul palco del teatro stesso dove ha interpretato “Sissi a Miramar”. “Se fosse qui in questo momento -ha commentato la Reggio prima di scoprire la targa- farebbe la regia anche sulla cerimonia. I tanti amici oggi presenti sono la testimonianza che Francesco ha lasciato qualcosa di concreto, lui è ancora con noi”. Il Ridotto, infatti, non è mai stato popolato come ieri, quando al primo piano del teatro Verdi si sono ritrovati un centinaio di amici e amanti del teatro per rendere omaggio a una delle figure più significative della nostra città sul piano artistico e non solo. Una figura che gli amici di una vita hanno voluto raccogliere in un volume dal titolo “Cesco e il suo teatro”, nel quale tra i tanti confluiscono i ricordi di Gianfranco Saletta, Sergio Altieri, Vito Dalò, Franco Dugo, Mauro Fontanini, Igor Komel, Giuseppe Longo e del figlio Andrea. Macedonio, è stato ricordato, oltre alla comoagnia della Contrada contribuì in maniera determinante alla fondazione della compagnia del “Terzo teatro” e del premio cinematografico Amidei, sua vera eredità lasciata a Gorizia e ai goriziani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *