Cormòns, svelata la nuova stagione

Una stagione teatrale per tutti i gusti con molte prime regionali al teatro di Cormons. È stata presentata ufficialmente la stagione artistica 2017-2018 del teatro di Cormons, composta da dodici spettacoli in abbonamento, di cui sette prime regionali, matinée e pomeriggi per ragazzi, fuori abbonamento e momenti dedicati all’esibizione e allo studio di giovani danzatori. Si parte il 10 novembre con la prima regionale della commedia “Hollywood – Come nasce una leggenda” del nordirlandese Ron Hutchinson, protagonisti Antonio Catania, Gianluca Ramazzotti e Gigio Alberti. Un’altra prima regionale il 29 novembre con “Il sorpasso” che vedrà in scena Giuseppe Zeno e Luca Di Giovanni. Il 12 dicembre tocca al classico “Dodici piccoli indiani – E non rimase nessuno” seguito il 30 gennaio dallo spettacolo “Il casellante”. Il 20 febbraio invece “Il padre” racconterà il rapporto familiare tra una figlia, Lucrezia Lante Della Rovere, e un padre, Alessandro Haber, a cui la malattia sta rubando i ricordi. Il primo marzo invece toccherà a “Viktor e Viktoria” con Veronica Pivetti in prima nazionale. Quella del 15 marzo invece sarà “Una notte di follia” con i personaggi imprevedibili interpretati da Anna Galiena e Corrado Tedeschi. Infine a chiudere il cartellone il 19 aprile, in esclusiva regionale, “Che disastro di commedia”, dell’inglese Mark Bell, per la prima volta in Italia dopo 5 anni di successi in tutto il mondo. Completeranno il palinsesto altri due appuntamenti dedicati alla comicità, “Serendipity” il 18 novembre con Serena Dandini e l’8 febbraio Cavemen con Maurizio Colombi. A queste si aggiungono due proposte in prima regionale dedicate alla migliore danza italiana e internazionale con il prestigioso Balletto di Roma il 7 dicembre che interpreterà lo “Schiaccianoci” e la Ballet Company of Győr che porterà in scena “Romeo e Giulietta” il 12 gennaio. Diversi gli appuntamenti per ragazzi e bambini e i fuori abbonamento: “Suggestioni in danza” vedrà protagonisti i giovani talenti della nostra regione, lo spettacolo “Cronache del bambino anatra” affronterà la delicata tematica della dislessia attraverso un racconto semplice come una fiaba, e “Bellanda” impegnerà giovani danzatori in una due giorni fra studio e competizione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *