Ciao Giacomo

Ha lottato fino all’ultimo. È un saluto commosso quello che Gorizia sta riservando al fumettista Giacomo Pueroni, torinese di nascita ma goriziano di adozione, che si è spento al San giovanni di Dio in seguito a complicazioni dovute alla malattia contro cui stava lottando. Il primo annuncio è arrivato dalla casa editrice Bonelli, per la quale Giacomo aveva realizzato numerose tavole tra alcune delle testate fumettistiche italiane più vendute, da Zona X a Jonathan Steele, da Nathan Never a Dragonero. Nato il 6 gennaio 1964 a Torino, Giacomo si era presto trasferito nella nostra città dove si era diplomato all’istituto d’arte “Max Fabiani”. Il suo esordio nel mondo dei fumetti arriva nel 1996 quando viene inserito nello staff di Zona X, da dove tre anni più tardi si sposta verso le store di Jonathan Steele, che seguirà anche alla Star Comics. Il ritorno alla Bonelli è datato 2012, nella squadra di Nathan Never, mentre due anni più tardi realizza le chine per uno dei primi albi di Dragonero. L’anno scorso venne premiato con il Premio Italia per la sua illustrazione “Tu non esisti” pubblicata sul numero 74 di “Robot”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Le opinioni dei lettori su "Ciao Giacomo"

  1. Ciao Giacomo.. .eri mio compagno di scuola alle medie.. Non posso dimenticare i tuoi disegni e tutte le volte che mi hai aiutata a disegnare perché io ero un disastro.. Non è giusto quello che ti è successo.. alle persone buone non dovrebbe capitare..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *