Bregovic chiude Mittelfest

Sarà il concerto di Goran Bregovic e della sua Wedding and funeral orchestra a suggellare l’edizione numero 26 di Mittelfest. A causa delle cattive condizioni meteorologiche l’appuntamento è stato spostato da piazza Duomo al teatro Nuovo Giovanni da Udine, sempre alle 22. Il celebre compositore bosniaco farà ballare il pubblico del festival della cultura mitteleuropea con alcuni dei suoi successi più conosciuti, come Kalashnikov, Ederlezi e Mjesecina, ma anche alcuni pezzi dell’album Karmen, e dei successivi Alkohol e Champagne for Gypsies, con qualche anticipazione di brani del nuovo album in preparazione, Three letters from Sarajevo. Prima del concerto di chiusura, questa ultima giornata di Mittelfest offrirà al proprio pubblico l’ultimo appuntamento con il Teatro di Figura promosso in collaborazione con il Cta di Gorizia. Alle 17 andrà in scena lo spettacolo a ingresso libero Fagiolino e Sganapino garibaldini, dove le due maschere tradizionali bolognesi danno un contributo all’Unità d’Italia. Alle 20, atteso uno dei debutti “clou” di questa edizione, il progetto speciale commissionato da Mittelfest a Giuseppe Battiston, che ne firma anche la messa in scena, “Le nubi lo sanno”, un testo originale di Andrea Cisi con musiche e canzoni dal vivo di Piero Sidoti. Un grande omaggio alla storia, alla cultura, alle tradizioni e al folklore del Friuli. Tutto questo, ovviamente, in attesa dell’appuntamento di dopodomani quando al parco della Lesa arriverà il mito di Sting.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *