Amidei, cinema e immigrazione

Buona la prima! L’edizione numero 36 del premio internazionale alla migliore sceneggiatura cinematografica “Sergio Amidei” è partito con il piede giusto, riempiendo l’ormai tradizionale location del parco Coronini. Dopo il debutto condito dall’ironia di Ficarra e Picone, stasera il premio punta ancora sulla commedia ma senza rinunciare a una profonda e quanto mai attuale riflessione sociale. Alle 21 infatti sarà proiettato “L’altro volto della speranza”, una storia di immigrazione con sullo sfondo la Finlandia.

LA TRAMA Khaled, giovane migrante siriano fuggito da Aleppo, sbarca per caso ad Helsinki da una nave carboniera dopo un lungo e periglioso viaggio per mare; il rappresentante di camicie Waldemar Wikström abbandona la moglie e la sua occupazione per assecondare l’impeto irrefrenabile di dedicarsi all’attività della ristorazione. L’incontro tra i due personaggi, in fuga per motivi diversi, offre loro l’occasione per riscattare un passato di dolore e frustrazione e la possibilità di una rinascita.

IL TRAILER

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *