WiFi, Guglielmo promette di essere un successo

Quasi seicento persone hanno utilizzato la rete Guglielmo dal 23 giugno al 23 agosto.
Il sistema di connessione Internet WiFi del Comune di Gorizia, costato fin’ora poco più di ventimila Euro, è prossimo ad un significativo ampliamento, che consentirà la connessione libera attraverso le vie Oberdan, Rastello e il tratto di Corso Italia che va dal Teatro di via Garibaldi a via XXIV maggio.

Ma prima di poter pensare ai lavori di amplimento, resta da risolvere un’annosa questione che vede il Comune di Gorizia bloccato dal “no” di un abitante di via Rastello, proprietario di un quarto della palazzina nella cui area andrebbe posizionato il ripetitore che consentirà la connessione a via Rastello. Pur avendo ricevuto il consenso dagli altri tre proprietari, il Comune procederà probabilmente al posizionamento dell’antenna in una seconda area, ancora da definire.
Procedendo in ordine cronologico, sarà Corso Verdi – fresco di lavori – ad essere coperto dalla rete Guglielmo, che raggiungerà la fine di Corso Verdi non appena sarà terminata la riqualificazione, procedendo poi per piazza Sant’Antonio, piazza Cavour ed i Giardini Pubblici.
«Questi interventi rendono la città più moderna – ha dichiarato il Sindaco Romoli – e adatta ad essere vissuta dai giovani. La presenza sempre più importante di studenti universitari ne è la prova».
Un dato interessante lo rivelano le prime statistiche di Guglielmo, che eleggono, tra mille cifre, i cosiddetto “hotspot”, le zone – cioè – da cui è stato effettuato il maggior numero di connessioni. Spunta, dopo piazza Municipio e via Garibaldi, la criticata piazza Vittoria, a quanto pare più vivibile di un tempo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *