“Volare sarà la priorità”

A pochi giorni dalla presentazione a Milano del progetto del “Museo dell’aria”, che dovrebbe trovare posto nelle palazzine e nell’hangar dell’aeroporto “Duca d’Aosta”, piccolo passo avanti anche da parte della società consortile. “Stiamo aspettando che Enac ci dia una risposta -ha detto il presidente Ariano Medeot- riguardo i documenti integrativi che ci hanno richiesto. Si tratta di documentazione antimafia, elenco dei soci, statuto, tutta burocrazia, nulla che riguardi da vicino il progetto di rilancio del campo di volo”. Tuttavia, la presentazione del “Museo dell’aria” e soprattutto la prevista installazione di alcune aree museali all’interno dell’hangar hanno scatenato una maxi polemica sul Web. Si temeva, in poche parole, che la presenza del museo potesse pregiudicare quella di volo. Medeot getta acqua sul fuoco. “L’aeroporto è grande e c’è posto per tutti -ha detto- le polemiche lasciano il tempo che trovano e personalmente non ci voglio entrare, ma quella aeronautica dovrà essere una attività prioritaria nel rilancio dell’aeroporto”. Da tempo infatti attorno al tavolo della società consortile siedono diverse realtà che nel tempo hanno avanzato proposte e progetti per il futuro del “Duca d’Aosta”. Ora, dopo l’aggiudicazione definitiva da parte di Enac alla società consortile, la stessa società per attivare i diversi progetti dovrà a sua volta effettuare dei piccoli bandi per le subconcessioni. “Chi si muove oggi lo fa in maniera autonoma -ha detto Medeot- dovremo valutare i progetti anche sulla base dei requisiti di chi li propone, e sulla base delle qualifiche che per altro ci chiede Enac”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Le opinioni dei lettori su "“Volare sarà la priorità”"

  1. Tutto interessante, ma se – come ho letto su un quotidiano locale – se si pensa di utilizzare l’hangar appena restaurato vorrei tanto sapere dove andranno ad essere sistemati e come gli aerei/ultraleggeri/elioctteri che saranno ospiti dell’aeroporto e tutte le relative attrezzature.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *