Violenza su minore, afgani arrestati

Tre richiedenti asilo, un afgano e due pakistani, sono stati arrestati a Trieste con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di una ragazzina di 14 anni. Le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica hanno portato all’arresto di Muhibullah Zerani, afghano 22 anni, Arif Hussain, pakistano 24 anni e del suo connazionale Zubair Khan, 22 anni. Ai tre vengono contestati una serie di episodi avvenuti nei mesi di maggio e giugno. La ragazza, ospite di una struttura residenziale, ha raccontato questi episodi a un’educatrice ed è stata accompagnata al Burlo per le visite mediche del caso. Il triplice arresto ha provocato la dura reazione da parte della governatrice Debora Serracchiani, che in una lettera inviata al ministro degli Interni, Marco Minniti, parlando di «un atto di brutale violenza», ha chiesto di «accelerare tutti i provvedimenti atti a discernere e respingere chi non ha diritto alla protezione internazionale, mantenendo al contempo sotto stretto controllo gruppi e individui soggiornanti». Parole che per Serracchiani arrivano dopo che più volte avrebbe «già ritenuto di intervenire per segnalare la pressione cui è sottoposta la comunità del Friuli Venezia Giulia, in ragione della presenza sul territorio di migliaia di individui, in larghissima maggioranza giovani maschi e per lo più portatori di usi e costumi tradizionali che potenzialmente confliggono con la cultura di un territorio moderno e tollerante», aggiungendo che «non si può e non è giusto mettere troppo a lungo alla prova la pazienza dei nostri cittadini».

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *