Vini sociali verso Gusti

È arrivata alla terza edizione l’iniziativa “Wine tasting della solidarietà”, che culminerà nel weekend di Gusti di frontiera con la consegna del “Tassello d’oro”. Il concorso enologico, promosso anche quest’anno dal consorzio di cooperative “Il Mosaico”, è dedicato ai vini sociali, vale a dire ai calici prodotti da imprese, cooperative e associazioni che coinvolgono nel proprio ciclo produttivo persone emarginate, con disagi di tipo sia psichico sia sociale. La prima fase del concorso è andata in archivio con la degustazione di ben 26 vini di produzione sociale, valutati da una commissione composta anche da rappresentanti di Assoenologi, dell’Associazione italiana sommelier e Onav, oltre a giornalisti e blogger esperti in enologia. Fra questi, 3 vini sono arrivati da cooperative spagnole e due da cooperative italiane che hanno avviato la loro produzione su terreni confiscati alla camorra. Le etichette selezionate dalla giuria saranno presentate come prodotti di eccellenza in un apposito evento tra gli stand di Gusti di frontiera, a fine settembre. Il consorzio “Il Mosaico”, da anni sperimenta la produzione di vino sociale con la sua cooperativa associata “Contea”, dai cui vigneti nasce il friulano doc “Morús Morâr”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *