Venerdì di Passione

Il momento che, forse più di tutti, rappresenta il cammino della Chiesa verso la Pasqua. Venerdì Santo, il giorno in cui vengono commemorate la Passione e la crocifissione di Gesù Cristo, attraverso due momenti fondamentali della liturgia pasquale, l’adorazione della Croce e la processione della Via Crucis. Momenti che saranno vissuti anche dalla Chiesa isontina e goriziana in particolare. Nel pomeriggio, l’Arcivescovo Redaelli visiterà già alle 14.30 la casa circondariale di via Barzellini, dove terrà la Via Crucis assieme ai detenuti e al personale della struttura. Alle 18 in Cattedrale, invece, l’azione liturgica del Venerdì Santo, l’adorazione della Croce, che precede la Via Crucis cittadina. Questa partirà stasera alle 20.30 dalla chiesa di Sant’Ignazio, in Piazza Vittoria, procedendo lungo via Rastello e viale D’Annunzio, fino alla tappa conclusiva in Borgo Castello. Intanto, ieri sera in Cattedrale, durante la messa “In coena Domini” è stato rinnovato il rito della lavanda dei piedi, che ricorda l’umile gesto di Gesù nei confronti dei suoi apostoli, rappresentati in Duomo, per volontà dell’Arcivescovo, da altrettanti papà in cerca di un lavoro. La Veglia pasquale, infine, è prevista per domani sera, sabato, sempre in Cattedrale con inizio alle 22, mentre il Solenne Pontificale del giorno di Pasqua si terrà domenica alle 10.30.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Clicca su un’immagine per ingrandirla. Muoviti tra le immagini con le frecce della tastiera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *