Vendeva pesce avariato, denunciato

112 chili di pesce sequestrati dalla guardia costiera di Monfalcone. È la fine che hanno fatto branzini, orate, sgombri, calamari e altro pesce che, durante alcuni controlli lungo l’intera filiera della pesca, è risultato essere conservato in pessime condizioni igienico-sanitarie. Il pesce, tutto di un venditore ambulante dell’Isontino, è stato infatti trovato all’interno di cassette in polistirolo con pochissimo ghiaccio, che a loro volta venivano tenute all’aperto, vicino al suolo e senza protezioni per prevenire contaminazioni. Il personale dell’azienda sanitaria ha confermato lo stato di cattiva conservazione del prodotto ittico. La Procura della Repubblica di Gorizia ha autorizzato il sequestro del pesce e il titolare è stato denunciato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *