Vandali in trincea

Parco Tematico di Monfalcone nuovamente sotto attacchi vandalici. A farne le spese, questa volta, la Trincea Joffre, in particolare la staccionata lignea che protegge i visitatori dal caderci dentro. Un gruppo di anonimi ha deciso di fare una ‘ragazzata’ e distruggere le protezioni, lanciandole nel trinceramento e lasciandole lì, quasi come un trofeo. Ma questo episodio non è l’unico, anzi. Già da tempo ci sono problemi alla stessa staccionata che viene ritrovata rotta o divelta molto spesso, non solo durante l’attuale gestione comunale ma anche prima, quando a prendersene cura era l’associazione speleologica ‘Amici del Fante’. La Grotta Vergine, in particolare, era ed è oggetto tutt’ora di feste e ritrovi di giovani che si divertono e lasciano sul posto tracce di cibi e bevande, a volte anche bivaccando ed accendendo fuochi all’interno. A testimoniare il continuo deturpamento della zona è l’accanimento sulla lapide posta dietro la Rocca e dedicata a Giovanni Battista Parenti a cui è stata asportata la fotografia e sono state cancellate le lettere. Il tutto qualche mese fa, tra l’assenza di ogni eventuale progetto di recupero o restauro. C’è, infine, il gravoso problema dell’immondizia che viene regolarmente lasciata ai bordi dei sentieri, in special modo in quello che conduce alla Gradiscata, meno frequentato. La zona è ovviamente sprovvista di telecamere di sicurezza, data la vastità dell’area, ma in questo caso sono l’educazione ed il buon senso che dovrebbero preservare i luoghi storici e naturalistici dal deturpamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *