Valenti “salva” il contributo regionale per l’Università

Più di quattrocentomila euro a sostegno della presenza universitaria a Gorizia. E’ lo stanziamento che il documento di programmazione finanziaria della Regione ha previsto per lo sviluppo e il rafforzamento del polo universitario del capoluogo isontino. «E’ la dimostrazione di come l’amministrazione regionale guardi con attenzione a Gorizia – spiega il consigliere regionale Gaetano Valenti (Pdl), presidente della prima commissione Bilancio -, premiando lo sforzo fatto in questi ultimi cinque anni dalla giunta comunale e dal Consorzio per lo sviluppo nell’ambito della promozione e rafforzamento della presenza universitaria in città».

Il Presidente del Consorzio, Rodolfo Ziberna.
Proprio all’ente presieduto da Rodolfo Ziberna è stato concesso un contributo di 220mila euro, inferiore di appena 5mila euro rispetto al 2011: «La Giunta regionale – spiega Ziberna – aveva intenzione di abbassare per il 2012 di 45 mila euro il contributo al Consorzio, che da diversi anni si attesta sui 225 mila. Questo rischio è stato scongiurato grazie all’intervento di Valenti, il quale ha ripristinato quasi per intero lo stanziamento iniziale». Ai 220mila euro destinati all’ente consortile si aggiungono altri 200mila euro, che serviranno a sostenere le spese di gestione di palazzo De Bassa, sede della sempre più frequentata Casa dello Studente.
«Fin dal giorno del suo insediamento, il sindaco Romoli ha puntato forte sullo sviluppo del polo universitario goriziano – commenta Valenti -, riuscendo a scongiurare il depauperamento dell’offerta formativa che pareva certo. Non solo: si è riusciti a portare l’intera facoltà di Architettura dell’ateneo di Trieste in via Alviano, fornendo all’Università di Udine nuovi e più moderni spazi per l’attività didattica, ora interamente ospitata nella prestigiosa sede di Santa Chiara. Iniziative come la GoUnicardGo per gli acquisti scontati dimostrano poi la volontà di integrazione del tessuto sociale cittadino con la popolazione universitaria. Per questi motivi, promuovendo a pieni voti l’operato degli attori goriziani coinvolti, la Regione ha ritenuto doveroso confermare gli stanziamenti previsti», conclude Valenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *