Uti “bocciata” dal Comune

Prima votazione andata a vuoto. Brutto esordio dell’Unione territoriale intercomunale “Collio-Alto Isonzo” nelle stanze istituzionali della nostra città. E in particolare in quella del Consiglio comunale di Gorizia, dove nell’ultima seduta non è stato raggiunto il quorum necessario all’approvazione dell’atto costitutivo e dello statuto del nuovo ente. Per varare i due documenti sarebbero serviti 27 voti, corrispondenti ai due terzi dell’assemblea, mentre i voti favorevoli si sono fermati a quota 14. Comunque la maggioranza rispetto ai 12 contrari e alle 9 astensioni. Nonostante il voto non abbia dato esito favorevole, questo non è ancora sufficiente all’arrivo di un commissario nominato dalla Regione. Il Consiglio comunale di Gorizia avrà infatti ancora due occasioni, questa sera alle 17.30 ed eventualmente lunedì prossimo, per approvare i due documenti. Stavolta non sarà più necessario raggiungere i due terzi dell’assemblea ma basterà la metà più uno dei voti. Quorum ribassato che fa ben sperare anche il sindaco Romoli. “Credo che alla fine -ha detto- eviteremo l’arrivo del commissario. Il dibattito in aula non è stato affatto morbido, ma la maggioranza semplice potrebbe aprire gli spazi per una via d’uscita”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Le opinioni dei lettori su "Uti “bocciata” dal Comune"

  1. Votazioni del tutto ininfluenti visto che se non ci pensano i consiglieri ci penserá il commissario nominato dalla Regione ad approvare lo statuto. Democrazia in salsa PD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *