Un’eclissi speciale

I fenomeni astronomici come le eclissi lunari attirano sempre l’attenzione del grande pubblico e non solo degli studiosi, sia per il loro innegabile fascino sia per la loro rarità (l’ultima era avvenuta il 31 dicembre 2009). E quella di stanotte avrà alcune caratteristiche fuori dalla norma, che rendono la sua osservazione davvero imperdibile per gli appassionati, nonostante la fase più spettacolare avvenga nell’orario proibitivo tra le 4.11 e le 5.23 del mattino. A causa della luce del Sole deviata dall’atmosfera terrestre, infatti, il nostro satellite assumerà una colorazione rossa davvero inusuale che porta il nome di “Luna di sangue”. Inoltre, la rotazione nella sua orbita lo porterà nel punto di minima distanza dalla Terra, il cosiddetto perigeo, che lo farà sembrare l’8 per cento più grande del normale, un incremento sufficiente per parlare di “Superluna”. La penombra della Terra inizierà a pervadere la superficie lunare alle 2.11 ed il cono d’ombra vero e proprio inizierà a farsi presente alle 3.07 per poi diventare sempre più totale fino alle 5.22 e da lì, lentamente a diminuire fino alla conclusione completa dell’eclissi alle 7.22 del mattino. Per molti una veglia nel cuore della notte può essere una vera sfida ma un tale sforzo vale assolutamente la pena: la prossima eclissi totale visibile nel nostro Paese sarà quella del 27 luglio 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *