Un mestiere, per un lavoro

In un momento di grave crisi, per l’economia ed il lavoro una piccola opportunità. La Regone infatti, cerca giovani tra i 18 ed i 29 anni per inserirli nei settori del tessile-abbigliamento-calzaturiero, del
benessere, della ristorazione, dell’arte pasticcera e delle costruzioni. Mestieri, come un tempo si diceva, per cui si doveva essere garzoni di bottega, ed infatti il nome del progetto, “Botteghe di mestiere”.
Avviare dunque i giovani,imparando una professione,direttamente facendola. A disposizione una borsa di 500 euro per sei mensilità, per i partecipanti. “Al giorno d’oggi – ha spiegato l’assessore Brandi – nel campo della formazione professionale l’esperienza didattica fatta direttamente in azienda è senza dubbio uno strumento fondamentale per offrire ai giovani una specializzazione che consenta poi di inserirsi nel mondo del lavoro”. Fino ad ora in regione, tre sono le aziende partecipanti, “Il Distretto del Coltello” (Coltellerie Antonini di Maniago), “L’accademia dell’agroalimentare” (Parco agroalimentare di San Daniele) e “Etica e tradizione in arte bianca” (Pasticceria Giada di Tricesimo). A queste si aggiungeranno fra poco, la Fratelli Fregonese di Gorizia, che riguarda il settore dell’arte pasticcera, e quello inerente all’ambito delle costruzioni, proposto da EdilTrieste. I giovani interessati potranno presentare le loro candidature attraverso internet, utilizzando il sito www.italialavoro.it/amva a partire dai primi giorni di ottobre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *