Un cappello bizzarro

Tra i tanti oggetti esposti alla mostra “Uno stato in uniforme” a Palazzo Coronini Cronberg, quelli che suscitano maggior curiosità da parte dei visitatori sono i più inconsueti. Uno di questi è senza dubbio il cappello del Tauglich, cioè colui che veniva dichiarato abile al servizio militare. Era usanza che una volta raggiunta la maggiore età, diciannove anni, i ragazzi venissero sottoposti ad una visita medica di leva e se dichiarati idonei, abili, venissero arruolati nei vari corpi delle Forze Armate Italiane. Anticamente questi ragazzi erano detti “coscritti”. Una volta superata la visita, i coscritti si facevano ritrarre con il miglior abito a loro disposizione e con un particolare cappello decorato con elementi floreali, natalizi e patriottici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Clicca su un’immagine per ingrandirla. Muoviti tra le immagini con le frecce della tastiera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *