Un altro sabato di manifestazioni

Da una parte i movimenti di estrema destra, dall’altra le associazioni antifasciste. Un copione al quale ormai la nostra città sta iniziando a fare il callo. Ma che questa volta sarà decisamente ridimensionato rispetto ai precedenti, quando la città è rimasta blindata. Copione che comunque sembra destinato a ripetersi, almeno in parte, anche dopodomani, sabato 31 ottobre, quando nella nostra città si svolgeranno due manifestazioni politicamente contrapposte. Da una parte, l’appuntamento convocato da Fiamma Nazionale e Forza Nuova, che si sta ridimensionando dopo il “niet” arrivato dal questore Lorenzo Pillinini sulla proposta di un corteo che partisse da Casa Rossa per arrivare in piazza Vittoria attraversando via Alviano, piazza Sant’Antonio, piazza Cavour e via Rastello. Il questore pochi giorni fa aveva impartito alcune prescrizioni, “per ragioni di ordine e sicurezza pubblica” come si legge in una nota, limitando il luogo dell’evento a piazza Sant’Antonio e invocando il carattere statico della manifestazione, senza quindi alcun corteo. Una decisione che evidentemente non è stata ben accolta dai vertici di Fiamma Nazionale e Forza Nuova, che pare abbiano revocato la manifestazione in piazza Sant’Antonio e convocato, sempre per il pomeriggio di dopodomani, un convegno-conferenza al Palace Hotel di Corso Italia. Le associazioni antifasciste invece si ritroveranno in contemporanea, attorno alle 16, davanti il Municipio per un presidio fisso. Dalla Questura, intanto, sono arrivate rassicurazioni rivolte alla cittadinanza. È previsto l’arrivo di rinforzi anche da fuori città, ma il dispiegamento delle forze dell’ordine sarà inferiore rispetto alle occasioni precedenti, visto anche il ridimensionamento delle manifestazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *