Tunisino arrestato

Nei mesi scorsi era balzato agli onori della cronaca per aver postato su un sito un video in cui era immortalato davanti alla Casa rossa, mentre proferiva parole in arabo e imbracciava un fucile mitragliatore, una specie di Kalashnikov, poi risultato un fucile giocattolo. L’exploit aveva suscitato molto clamore e una certa apprensione. Si tratta di Ajmi Bessem, 34enne tunisino, che ieri è stato arrestato a Farra dai poliziotti della mobile e della Digos della Questura di Gorizia in esecuzione di una misura cautelare emessa il 13 novembre dalla Procura della Repubblica presso la Corte d’appello di Trieste. Il Bessem deve infatti scontare una pena di 3 anni e 4 mesi di reclusione per estorsione. Un reato commesso nel 2011 e per il quale era stato indagato dalla mobile della nostra Città. La sentenza ora è passata in giudicato e di conseguenza è stato rinchiuso nelle carceri di Gorizia a disposizione dell’autorità giudiziaria competente. Bessem era già finito in manette lo scorso aprile, subito dopo aver pubblicato il video choc su internet, in seguito a un mandato di cattura internazionale emesso dal giudice di Istruzione del Tribunale di prima istanza di Tunisi per “Terrorism Act”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *