Tra musica e trincee

A volte, il lavoro di un cantautore supera il semplice aspetto musicale. Come nel caso di Massimo Bubola, tra i più noti parolieri della musica italiana, con alle spalle collaborazioni con Fabrizio De Andrè, Fiorella Mannoia e Ivano Fossati, che ha incontrato nell’auditorium Marin di palazzo Formentini di viale XX Settembre, in un’ala del tutto sicura dal punto di vista strutturale, i ragazzi del Polo liceale “Dante Alighieri” di Gorizia. Un lungo viaggio tra la musica, la poesia e la storia, che ha offerto a Bubola gli spunti del suo ultimo porgetto, “Il testamento del capitano”, in uscita il prossimo 6 maggio e incentrato sui canti di guerra, la letteratura dei tanti soldati analfabeti al fronte. Un progetto che non a caso debutta nell’anno del Centenario e che il 9 maggio farà tappa per il concerto di presentazione anche al teatro Verdi di Gorizia, quando Bubola sarà accompagnato sul palco dal coro del Polo liceale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *