Tra disagi e lamentele

«Il disagio è inevitabile, ma lo accettiamo di buon grado». Animi tranquilli tra i commercianti di corso Italia che ancora per un mese dovranno convivere con il cantiere per la riqualificazione del controviale. D’altronde gli operai impegnati in corso si erano già fatti benvolere durante i lavori del primo lotto. «Sono veloci e lavorano bene» l’opinione di Sandra della libreria Antonini, «il disagio è soprattutto quello di non poter sfruttare le vetrine, ma tutto sommato non possiamo lamentarci». «Siamo testimoni della fatica e dell’impegno che gli operai stanno profondendo in questo lavoro» raccontano Boris e Andrea del Palace Hotel, «per finire il prima possibile e recare il minor disagio alle attività che si affacciano sul corso. Qualche lamentela in più la stiamo registrando tra i clienti che avrebbero preferito non dover rinunciare all’ingresso al parcheggio. Quando i nostri clienti prenotano una stanza noi li avvertiamo dei lavori, ma qualche lamentela arriva ugualmente».

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *