Tpl, tutto da rifare

Il Tar del Friuli Venezia Giulia ha accolto il ricorso presentato in seguito all’aggiudicazione del servizio di trasporto pubblico locale che in gennaio aveva premiato la società Tpl Fvg, composta anche dall’Apt di Gorizia. Il ricorso era stato presentato da Busitalia-Sita Nord, in relazione al motivo di censura riguardante «le valutazioni operate dalla commissione relative ai criteri qualitativi di valutazione delle offerte tecniche». Lo ha comunicato direttamente la Regione in una nota, nella quale si legge che il Tar, in sostanza, «considerando assolutamente corretti e legittimi i documenti di indizione della gara del Tpl e quindi ritenendo del tutto conforme a norma l’intero impianto di gara posto in essere dalla stazione appaltante, ha ritenuto censurabile, sotto il profilo della carenza di motivazione, le valutazioni espresse nei relativi verbali dalla commissione di gara. Ne deriva che il provvedimento di aggiudicazione della gara è stato annullato». La Regione ora dovrà quindi rieditare la valutazione delle offerte tecniche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *