Tondo: «Gorizia è sulla strada giusta»

Renzo Tondo
Tondo pone la prima pietra dello stabilimento Pipistrel.
Ieri mattina è stata celebrata la posa della prima pietra del complesso Pipistrel per la costruzione di velivoli ultraleggeri, che sorgerà sul campo di aviazione Duca d’Aosta di via Trieste, tra i comuni di Gorizia e Savogna d’Isonzo.
Tra le autorità intervenute all’appuntamento, il presidente della Regione, Renzo Tondo, che si è complimentato con le amministrazioni locali per la strada intrapresa al fine di far rinascere il territorio isontino.
«Oggi assistiamo ad un’inversione di tendenza rispetto agli ultimi anni – ha dichiarato Tondo – poiché se prima erano le aziende della nostra regione a cercare fortuna altrove, oggi il Friuli Venezia Giulia è diventata una fra le sedi di sviluppo predilette». Un’occasione da sfruttare soprattutto per lo sviluppo economico locale, che per il presidente Tondo si deve obbligatoriamente basare sulla qualità dei prodotti. «Lo sviluppo è legato alla presenza della produzione di alta tecnologia – ha detto Tondo – di cui la Pipistrel è un validissimo rappresentante. Questa zona – ha continuato riferendosi al Collio goriziano – ha la fortuna di poter puntare sull’enogastronomia, ma è un settore che, come gli altri, non può prescindere dalla qualità».
Di tradizione industriale ha invece parlato il sindaco di Gorizia, Ettore Romoli, intervenuto assieme alla collega di Savogna, Alenka Fiorenin. «Oggi si riavvia una tradizione, quella industriale, che fa parte della storia di Gorizia e che si era smarrita negli anni». Il sindaco Romoli, collegandosi all’intervento del project manager della Pipistrel, Adriano Ceccherini, che ha condotto le varie fasi dell’evento di ieri, oltre che del progetto goriziano per la Pipistrel, ha annunciato che lo stabilimento dell’azienda slovena è solo la prima tappa per lo sviluppo del Polo Aeronautico di Gorizia, sogno nel cassetto di Ceccherini, che continuerà a prendere sostanza con la presenza, a breve, di un’impresa costruttrice di elicotteri.
A partire dal 2014, la Pipistrel produrrà nel complesso di Gorizia tra versioni del modello Panthera: una a propulsione convenzionale, una ibrida ed una elettrica, offrendo circa 200 posti di lavoro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *