Terra rossa in Campagnuzza

Settimane di lavori ai campi da tennis di via San Michele, in Campagnuzza. Il cemento del campo esterno è stato infatti sostituito da una superficie in Redbrick, la terra rossa sintetica approvata anche dalla federazione internazionale del tennis, in tutto e per tutto uguale alla terra rossa naturale ma con una maggior capacità di drenaggio dell’acqua e caratterizzata da una compattezza unica. Un investimento voluto dai consiglieri del circolo tennistico Campagnuzza volto a incentivare il gioco nei mesi estivi, quando agonisti e semplici appassionati potranno godere di di una superficie di gioco più abbordabile a tutti i livelli, in parte per la velocità inferiore della pallina dopo il rimbalzo e in parte perché il manto più morbido rispetto al cemento tende a preservare dai consueti fastidi alle articolazioni, che saranno sicuramente meno sollecitate sulla terra rossa. In Campagnuzza, intanto, è scattato anche il conto alla rovescia per i prossimo tornei, entrambi di terza categoria. In campo il 20 giugno i tennisti del torneo maschile “Mauro Crali”, la settimana successiva invece spazio alle giocatrici del torneo femminile intitolato a Gianfranco Cortese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Clicca su un’immagine per ingrandirla. Muoviti tra le immagini con le frecce della tastiera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *